Separazioni e divorzi

Troppo spesso in sede di separazione e divorzi nelle aule giudiziarie vengono lesi i diritti fondamentali della persona ...

Incidente con esiti gravi

L’approvazione della legge sull’omicidio stradale, ferma in parlamento rappresenterebbe finalmente la prova di una giustizia ...

Stalking

Lo stalker può essere capace di devastare psicologicamente la vittima al punto di renderla inerme ed arresa alla vita ...

Maltrattamenti in famiglia

L’esigenza attuale è quella di parlare nelle aule di giustizia, ma non solo ...

Il primo Progetto di Training Compartecipato sul “Gender” presso il Comando di EUNAVFOR Med operazione Sophia. Dal 10 al 14 settembre 2018 si è svolto presso il Comando EUNAVFOR Med – operazione Sophia il primo Progetto di Formazione Compartecipata sulla tematica “Gender” organizzato dal Comando dell’Operazione.

Il Progetto, il primo nel suo genere, ha visto la partecipazione di personale della Marina e Guardia Costiera libica, selezionato in base a specifiche competenze da parte delle stesse Autorità libiche, in qualità di Tirocinanti e un Team specializzato sulla tematica “Gender” composto da personale del Comando di EUNAVFOR Med, all’interno del quale è presente una specifica sezione “Gender Issues Advisor” diretta dall’Avvocato Federica Mondani, Gender Advisor, Smugglers and Traffickers analyst, e composta dal Tenente Colonnello (EI) Francesco Catapano, Civil-Military Cooperation Branch Chief and Lead Instructor, dal Tenente Colonnello Margaret Trela della Marina Polacca, Gender Advisor, dal Sottotenente di vascello (MM) Francesca Morando, Cultural Advisor e dal dott. Wolfgang Mueller, Human Rights Advisor and Course Moderator. Durante la formazione sono intervenuti anche il rappresentante di UNHCR, Michele Arcella, ed il Gender Advisor Tenente Colonnello Rosa Vinciguerra.
Il tutto sotto il coordinamento del Capitano di Vascello Massimiliano Marretti, responsabile della cellula di Sophia che si interessa al training.

Nel Tavolo Tecnico Compartecipato si è affrontato la tematica “Gender” non solo in riferimento al tradizionale binomio uomo/donna, ma anche in senso più ampio rivolgendo una maggiore attenzione didattica alla questione dei soggetti che si trovano in particolari condizioni di vulnerabilità quali donne in gravidanza, disabili, anziani, minori non accompagnati e migranti in genere.

Obiettivo del Progetto-pilota è stato quello di formare il personale libico coinvolto che, grazie alle competenze acquisite, da Tirocinante (trainees) è divenuto a sua volta Istruttore (trainer) in materia “Gender”; ciò è stato possibile attraverso il modulo di 4 giorni tenuto dal personale di EUNAVFOR Med che, in futuro, seguirà i militari libici sulla materia Gender in qualità di Tutors.

Il Corso ha avuto anche lo scopo di accrescere la consapevolezza sulla specifica materia da parte del personale della Marina e Guardia Costiera libica nonché lo studio delle possibili azioni da intraprendere affinché si possa concretizzare una realistica presa di coscienza da parte della popolazione libica sulla questione di genere, tenuto conto dell’attuale contesto socio-culturale del Paese, fino ad arrivare ad un organizzato inserimento delle donne libiche all’interno delle Guardia Costiera e Marina Libica. Il tutto ponendo ascolto ed attenzione al territorio di provenienza dei trainees ed alle loro stesse osservazioni. Le attività si sono concluse con la consegna dell’importante attestato di qualifica ai Libici da parte dell’Ammiraglio Enrico Credendino, Comandante di EUNAVFOR Med operazione Sophia.

Leggi ulteriori dettagli su: The first Active Training Project on “Gender”

Pubblicazioni

Press Room



Ultimo Video


Indirizzo Via Guido D'Arezzo, 10 | 00198 Roma IT

Telefono (+39) 06 85301171

E-mail info@studiolegalemondani.it

Fax (+39) 06 0685301174